Pazza Idea. Profilo Futuro 2017


Passioni visioni e letture della contemporaneità: Quest’anno Pazza Idea racconta la realtà osservando il presente e immaginando il futuro, attraverso l'arte, la letteratura, il cinema, la cultura digitale e la poesia. Incontri, workshop, libri, connessioni e sperimentazioni per raccontare un’idea di “Futuro” che abbia un alto profilo e che sia il migliore possibile.

igort-e-renato

Torino, 19 maggio 2017: in viaggio verso Planet Igort! #pazzaidea17

Grandi novità per il festival Pazza Idea- Profilo Futuro: quest’anno, infatti, saremo ospiti del Salone del Libro di Torino, la grande kermesse della cultura che si svolge al Lingotto nei prossimi giorni. Il Salone si sdoppia con il “Superfestival”, uno spazio dedicato alle manifestazioni letterarie di tutta Italia, che in alcuni casi portano in dote un evento particolarmente rappresentativo della loro… Read more →

gramsci-copia

Nino! Nino! [dedicato ad Antonio Gramsci e all’Armenia]. Cagliari, 12 maggio 2017

Nino! Nino! uno spettacolo di Sonya Orfalyan, con musiche originali di Riccardo Giagni Con Graziano Piazza (voce recitante) Teatro Massimo di Cagliari, venerdi 12 maggio h. 21 [organizzato dall’associazione Suoni e Pause in collaborazione con Luna Scarlatta per il festival Pazza Idea 2017] Il 2016 è stato l’anno del 125° anniversario della nascita di Antonio Gramsci, mentre il 27 aprile… Read more →

arminio-macomer

Ogni incontro è prezioso. Franco Arminio a Macomer e Modolo per Pazza idea. CaЯatteЯe Speciale

[Cose che succedono nel centro della Sardegna mentre intorno infuria la bufera cattiva e dentro quella buona: la poesia, la geografia, l’animazione culturale, il canto, i libri, la malvasia e i cimiteri, i morti e i vivi, le parole dette e scritte, e soprattutto le persone. L’ultimo appuntamento dell’edizione 2016, eccolo] L’ultimo appuntamento dell’edizione 2016 del festival Pazza idea. CaЯatteЯe… Read more →

stazione-monti

Quando un luogo risuona da qualche parte dentro di noi [#pazzaidea16]

C’è un filo che unisce la poesia e la geografia, quella sensazione che alcuni luoghi “risuonino” dentro di noi, come se ci fossimo già stati o volessimo rimanerci. Altre volte è una inquietudine, soprattutto davanti alle strade vuote, agli edifici vecchi, agli spazi grandi. E’ il filo dei paesi e della “paesitudine”, uno stato d’animo più che un luogo fisico,… Read more →