Sabato 26 novembre

Avete mai visto il pubblico chiedere il bis…a una poetessa? E un premio Strega che racconta della tenerezza maschile, e del fatto che è ora di fare i conti con questa vulnerabilità, il tutto mentre un giovane street artist esegue la sua opera? E una grande studiosa emozionarsi sulle note di un compositore che suona per Shakespeare? E una sala gremita di persone che ascoltano letteratura, poesia e musica, o che partecipano entusiaste a un workshop sulle storie, i social, i freelance? Grandi emozioni sabato 26 novembre al festival Pazza Idea. Le sale del Ghetto, in Castello a Cagliari, si sono riempite durante la mattina di lavoro e workshop con Matteo Caccia (Radio 2), Acta- l’associazione dei freelance e Prisca Cupellini del Maxxi di un pubblico curioso e molto motivato. Serata appassionata con gli incontri con lo scrittore Edoardo Albinati, con Nadia Fusini e Franco Piersanti, con la poetessa Patrizia Cavalli e il commovente lavoro della regista Antonietta De Lillo, regista, in conversazione con Renato Chiocca, direttore artistico del Festival Lievito: “La pazza della porta accanto”, un omaggio alla poetessa dei Navigli Alda Merini. Il commento più frequente è stato: “Grazie. Comincerò anche io a leggere poesia!” E sono soddisfazioni immense.

[Tutte le foto sono di Sara Deidda]

#PazzaIdea2016